Menu Chiudi

Piaceri Torinesi: Una Dedica Alla Città

Piaceri torinesi

Piaceri Torinesi: Una dedica alla città

Ecco la mia terza creazione, piaceri torinesi, una lampada che nasce come un omaggio a Torino, la città di cui mi sento cittadino adottivo per tanti motivi che spiegherò raccontando il significato di questa creazione.

Questa lampada nasce da una bottiglia di Amaro San Simone, un liquore tipico della città di Torino che mi ha stregato al primo sorso.

Ho scelto di utilizzare questa bottiglia dato che si tratta un prodotto tipico che possiede un legame intrinseco con la città, ma anche per le scelte estetiche di chi produce questo liquore in quanto lo stile di questa bottiglia è in grado di “parlare” di questa fantastica città;

Ultima ragione (ma non in ordine di importanza) per cui ho scelto di realizzare questa lampada è  per i ricordi che questa specifica bottiglia riporta alla mia mente.

Significato

Il valore di questa lampada risiede nei ricordi che essa riesce ad evocare: ho bevuto questo amaro alla prima vera cena con la mia fidanzata che ha preceduto una passeggiata notturna alla scoperta di questa magica città; in questa bottiglia, acquistata la ritorno dal mio soggiorno torinese, questi ricordi si sono cristallizzati e regalano a questo oggetto inanimato un valore.

Oltre ai ricordi “personali”, ritengo che l’estetica di questa bottiglia racconti Torino sotto vari aspetti: In primo luogo la sua essenza esoterica e misteriosa grazie all’uso di colori soffusi e per certi aspetti “misterici”, in secondo luogo la regalità e la raffinatezza di questa città.

Ciò che regala una valore intrinseco a questa lampada è dunque un mix di ricordi personali e sensazioni che questa bottiglia riesce ad evocare osservandola, la ritengo  infatti in grado di trasportare l’osservatore in una sorta di breve viaggio virtuale per la città.

Fonti d’ispirazione

Come anticipato, le fonti d’ispirazione principali per questa bottiglia sono senza dubbio i ricordi che essa è in grado di evocare per me, tuttavia non posso non citare Torino come fonte d’ispirazione, questa città mi ha stregato sin da subito con la sua atmosfera criptica e misteriosa, in grado di ipnotizzare chiunque la visiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *