Menu Chiudi

La Prima Lampada Non Si Scorda Mai: Red Passion

La prima lampada non si scorda mai

[Detto popolare]

Ok, forse non è esattamente quello che recita il famoso modo di dire, ma quello che importa è proprio il senso della frase: in questo post parlerò della prima lampada che ho costruito a partire da una bottiglia, ma cercherò di raccontarla e non semplicemente di descriverla.

Seguirò questo “format” anche quando pubblicherò altri post a proposito delle lampade che di tanto in tanto creo, credo infatti che una classica descrizione tecnica risulterebbe noiosa e probabilmente ridondante, mentre ciò che voglio fare è raccontare com’è nata l’idea di costruire questa o quella lampada:

Da chi o da cosa ho preso l’ispirazione, magari una digressione a proposito del significato che attribuisco ad una determinata lampada e le riflessioni che quest’ultima potrebbe scatenare.

Chiaramente si tratta del mio personalissimo punto di vista, magari chi vede quella stessa lampada potrebbe provare sensazioni totalmente diverse, tuttavia il fine della riflessione è quello di dare un valore  all’oggetto in modo che non venga visto come qualcosa di vuoto o ancora peggio, come un prodotto.

Analogamente, per spazzare via l’anonimia tipica degli oggetti ho scelto di dare un nome ad ogni lampada che in parte richiama le caratteristiche estetiche della lampada stessa, ma che d’altro canto rende evidente il senso, ciò che la lampada rappresenta e richiama dato che non sempre vi è una correlazione tra il livello estetico e quello del significato.

Red passion

Ecco la Red Passion, una lampada costruita a partire da una bottiglia vuota di Grand Marnier, brandy francese aromatizzato all’arancia; La scelta del paralume non è casuale, la costruzione in fettuccia rossa semi-trasparente permette infatti alla luce di diffondersi in modo soffuso e di poggiare su ogni oggetto della stanza e sulla pelle come una carezza sensuale ed intensa.

Significato

Questa lampada racchiude al proprio interno un’essenza femminile prontaa librarsi e distendersi sul corpo e sullo spirito non appena il click dell’interruttore farà accendere la luce, lo spirito di questa lampada è sinuoso e mai volgare, la sensazione che provoca è un piacere intenso ma soffuso allo stesso tempo.

Fonte d’ispirazione

Ho creato questa lampada pensando alla sensualità spirituale che caratterizza l’universo femminile, la bellezza senza nome che una donna sa trasmettere facendo vibrare all’unisono e con un suono armonico lo spirito affine a cui è legata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *